Telefono e Fax (+39) 06 6877369 - e-mail: studioartifloreali@gmail.com  
 
 
Home Associazione Prossimamente Discipline Incontri Mostre Galleria Calendario Amici Contatti
 
  Associazione   Maria Rita Stirpe  
 
 
Torna a Chi siamo

Maria Rita Stirpe ha iniziato il suo percorso artistico nel 1995, seguendo i corsi di acquerello botanico organizzati dall'Università  La Sapienza di Roma, presso l'Orto Botanico della città , un inizio che le ha lasciato una impronta decisiva, che influenzerà  tutte le sue scelte professionali future. E' lì che si sono incontrate magicamente le sue più grandi passioni, la prima per il mondo delle piante e l'altra per l'arte e la pittura.

Per alcuni anni ha approfondito lo studio delle tecniche pittoriche antiche, l'acquerello, la tempera, con una attenzione particolare ai grandi maestri del passato, attratta dai ritratti di piante di Jacopo Ligozzi e dalle preziose pergamene di Giovanna Garzoni.

Ama dipingere su carta e su pergamena, ad acquerello o tempera, scegliendo di volta in volta i medium e i supporti in funzione della pianta da ritrarre, per renderne fedelmente le caratteristiche morfologiche e cromatiche, entrare in un rapporto privilegiato con il fiore per cogliernee tutti i dettagli morfologici, le infinite sfumature di colore, la trasparenza o la consistenza di certi tessuti vegetali, fino a fermarne sulla carta l'essenza. La profonda passione e la dedizione assoluta al suo lavoro le hanno consentito di conseguire importanti riconoscimenti, partecipando a numerose manifestazioni di rilievo, sia in Italia che all'estero.

Nel 2000 ha esposto nel Christmas Flower Show della Royal Horticultural Society di Londra, dove è stata premiata, unica italiana presente, con una Silver Gilt Medal.

Le sue opere sono presenti in molte collezioni pubbliche, nazionali e internazionali, come l'Hunt Institute for Botanical Documentation di Pittsburgh - Carnegie Mellon University ( USA ), l'Accademia dei Georgofili di Firenze, l'Università  degli Studi dell'Aquila, il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, l'Orto Botanico dell'Università  di Padova, Patrimonio dell'Unesco, e poi in collezioni private a S. Francisco, Milano, Firenze, Roma, Genova, Torino, Pisa, Padova.

Alla sua attività  artistica, ha affiancato una intensa attività  didattica, con lo scopo di condividere con altri passioni e conoscenze acquisite nel tempo, e contribuire alla riscoperta di un genere artistico che ha radici antichissime ed è storicamente in equilibrio tra arte e scienza.